PROGETTI LUDICI IMPERIESI CRESCONO…

Da Gennaio, dopo il primo incontro “Per una nuova pedagogia a Imperia”, i genitori della Liguria di ponente si stanno organizzando.

Stanchi e sfiduciati dal sistema pedagogico tradizionale, troppo spesso basato su discriminazioni, tentativi di omologazione e indottrinamento, si sono uniti con la volontà di offrire ai propri figli percorsi di crescita più liberi e individualizzati, basati sulla promozione del mondo dell’outdoor e lo sviluppo dei talenti.

Ecco ciò che di positivo e costruttivo è successo in questi mesi, grazie all’entusiasmo e all’intraprendenza di molti genitori, supportati da figure professionali quali la psicologa psicoterapeuta Lara Catanese e lo sviluppatore sociale Francesco Bernabei.

 

Per quanto riguarda il golfo Dianese un gruppo informale di genitori si è unito dando vita al progetto “Futura”. Tale progetto, ispirandosi ai filoni pedagogici incentrati su esperienze outdoor, ha come obiettivo la creazione di uno spazio ludico-ricreativo destinato ad infanzia e adolescenza. Alla base c’è la convinzione che attraverso il gioco il bambino affini le sue capacità motorie, manipolative, verbali e sociali, appagando il proprio bisogno di fare, di conoscere, di mettersi alla prova, di sperimentare e di modificare creativamente la realtà attraverso l’uso dell’immaginazione. Il progetto, fondato sull’amore per il bambino, sul rispetto dei tempi individuali e sulla sollecitazione delle predisposizioni specifiche, è stato presentato al comune di Villa Faraldi, il quale ha dato il suo patrocinio, mettendo a disposizione dei locali siti a Riva Faraldi (per info Marta 3383744924).

Un’ottima occasione per conoscere il progetto da vicino è rappresentata dal Festival Nuovamente che quest’anno, grazie al lavoro dell’associazione SemiNativi, torna a Cervo per la quinta edizione (12-13 maggio 2018) con tante belle attività dedicate all’ecosostenibilità, alla valorizzazione del territorio, all’agricoltura naturale, alla medicina olistica e alla creatività.

 

Sabato 12 Maggio alle ore 16, presso l’oratorio di Santa Caterina, il gruppo Futura organizzerà un momento di gioco per bambini e sarà a disposizione per confrontarsi con genitori interessati. Il laboratorio “Con le mani in pasta” prevedrà la creazione casalinga di pongo a partire da ingredienti alimentari, colorato e profumato con pigmenti naturali e oli essenziali.

 

Anche ad Imperia Porto Maurizio si è costituito un gruppo di genitori che sta lavorando ad un progetto ludico-ricreativo, sempre con l’intento di offrire a bambini a partire dai 3 anni esperienze di crescita alternative. Chi volesse unirsi a questa fase di progettazione può contattare Ramona (3283185326).

 

C’è fermento anche nell’estremo ponente dove genitori residenti a Sanremo, Arma di Taggia e nella Valle Argentina si sono uniti e sono in fase di conclusione di un progetto ludico-ricreativo. Nelle prossime settimane verrà definito il nome del progetto per poi dedicarsi attivamente alla ricerca di spazi idonei. Per maggiori informazioni la referente è Macrina (3283538677).

 

La Liguria di Ponente è sveglia, motivata ed attiva. Cosa aspetti ad unirti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: