LE MILLE VIRTÙ DELLA VITE

Settembre, l’uva è matura! Appartenente alla famiglia delle Vitacee la Vitis vinifera è la famosa pianta originaria del Mediterraneo e del Medio Oriente dalla quale si ricava il vino. Si tratta di un arbusto rampicante i cui frutti vengono chiamati

acini, raccolti in quelli comunemente conosciuti come grappoli. Grazie ad un lunghissimo lavoro di selezione durato migliaia di anni si contano oggi sulla Terra più di 10.000 varietà di uva.

Mentre l’utilizzo dei frutti è molto conosciuto in campo alimentare e nella produzione di vino e aceto, meno note sono le preparazioni fitoterapiche a base di foglie e semi. Moltissimi sono infatti i principi attivi contenuti nella vite, tanto che il suo uso si estende in vari settori del benessere.

Le foglie, ad esempio, sono ricche di procianidine e tannini dall’effetto antiossidante e vasoprotettore. Queste sostanze rendono la vite un prezioso alleato di bellezza, grazie alla loro capacità di stabilizzare le fibre di collagene ed elastina, prevenendo quindi l’invecchiamento cutaneo. Molto interessante è anche il loro uso in presenza di insufficienza venosa, gonfiore alle gambe, formicolii ed emorroidi: le procianidine, diminuendo la permeabilità dei capillari ed aumentandone la resistenza, si rivelano infatti utilissime in numerose patologie. In particolare, dalle foglie della vite rossa si ricavano numerosi estratti specifici per problematiche circolatorie quali insufficienza venosa cronica, varici e vene varicose. L’estratto di foglie di vite rossa, molto ricco in flavonoidi ed antocianosidi, trova anche ampio impiego nel settore cosmetico per la sua capacità di migliorare la fragilità capillare cutanea, in prodotti adatti al trattamento della couperose e per pelli sensibili e facilmente arrossabili.

Nelle radici e nella buccia degli acini si trova una molecola chiamata resveratrolo, dalle proprietà ipocolesterolemizzanti, antinfiammatorie e di prevenzione delle malattie cardiovascolari.

I semi della vite contengono ancora proantocianidine con attività antiossidante, antinfiammatoria, cardioprotettiva e antibatterica.

Dai semi dell’uva si ricava inoltre un olio, simile per composizione a quello di girasole, chiamato olio di vinaccioli, molto utilizzato in cosmesi per le sue proprietà astringenti ed emollienti.

Dalle gemme della Vitis vinifera si ricava, infine, un macerato glicerico specifico per gli stati infiammatori articolari e connettivali, artrite, artrosi e gotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: