PRONTO SOCCORSO NATURALE

La natura ci offre numerosi rimedi che, persino nelle situazioni di emergenza, si rivelano degli
ottimi alleati.

Cosa tenere, quindi, nell’armadietto del pronto soccorso?
Sicuramente gli oli essenziali: l’olio di LAVANDA è un ottimo
cicatrizzante, antibatterico, antimicotico, antiinfiammatorio che può
essere applicato direttamente sulla cute. Si rivela efficacissimo in
presenza di punture di insetti, tagli, dermatiti, eczemi ma anche mal
di testa, strofinando qualche goccia sulle tempie, in virtù della sua
riconosciuta azione calmante.
Per le stesse proprietà non può mancare l’OLIO ESSENZIALE DI LIMONE, un potentissimo
antibatterico e antibiotico che, diluito in mezzo litro d’acqua (2 o 3 gocce) può essere sorseggiato in
caso di influenza, cistite e persino dopo un lavoro dentistico. È fantastico diffuso nell’ambiente per
purificare la stanza di un malato.
Un altro olio importantissimo è il TEA TREE (Malaleuca) che, come la lavanda, vanta proprietà antibatteriche, antimicotiche e antisettiche.
Se gli oli essenziali si rivelano ottimi rimedi antisettici e cicatrizzanti, da usarsi su piccoli tagli o
ferite aperte, le creme a base di ARNICA, invece, sono fantastiche come antidolorifiche e anti
traumatiche su cute assolutamente non lesa, in caso di contusioni, ematomi o contratture muscolari.
I gel di ALOE che si trovano oggi numerosi in commercio possono invece aiutare in presenza di
dermatiti o irritazioni cutanee. Sempre ad applicazione cutanea è l’ottimo OLIO DI IPERICO,
validissimo rimedio in caso di ferite, ustioni, scottature, eritemi solari, piaghe e fuoco di
Sant’Antonio.


Per fronteggiare preparati le “emergenze invernali” possiamo contare sulla PROPOLI TM, un
ottimo rimedio ad azione antibiotica, energetica, batteriostatica, antimicotica, antiossidante e
antivirale. Non solo può essere utilizzata come preventivo (30 gocce in acqua 2 v/dì) ma anche
direttamente in bocca in presenza di mal di gola, tosse e placche. 
Un altro prodotto ad azione preventiva grazie alla sua capacità di rinforzare le difese immunitarie è
l’ECHINACEA TM che si rivela essere anche antiinfiammatoria,
antisettica, antivirale e cicatrizzante.
Per liberare le vie respiratorie sono consigliati i suffumigi,
magari aggiungendo all’acqua bollente una goccia di OLIO ESSENZIALE DI EUCALIPTO ad azione antisettica, antivirale, batteriostatica e mucolitica. Attenzione, però, all’uso degli oli
essenziali nei bambini, in genere sconsigliato fino ai 12 anni.
Ovviamente nell’armadietto del pronto soccorso non può mancare l’enteroclisma: la pulizia
intestinale dovrebbe essere la prima forma di intervento in presenza di avvisaglie di influenza.
Secondo l’energetica cinese, infatti, le vie respiratorie sono in stretta relazione con il colon, pertanto togliere l’infiammazione intestinale favorisce il processo di guarigione. Per lo stesso principio sarebbe molto utile, in caso di febbre e influenza, dormire con un fazzoletto di cotone bagnato in acqua fredda e ben strizzato sulla pancia o, se possibile, con un cataplasma di argilla. L’ARGILLA VERDE VENTILATA è un altro rimedio fondamentale nella medicina naturale: in forma di impacco, stemperata con acqua ed eventualmente aggiungendo qualche goccia degli oli essenziali sopra elencati, esplica un’intensa azione antiinfiammatoria e cicatrizzante.
Anche la floriterapia si rivela molto preziosa nelle situazioni di emergenza, soprattutto per sostenere la parte emozionale. I fiori di Bach più interessanti da questo punto di vista sono STAR OF BETHLEHEM, ottimo nei traumi di qualunque genere, RESCUE REMEDY, il rimedio
d’emergenza che aiuta in casi di forte stress emotivo e CRAB APPLE, un fiore ad azione “antibiotica”. Assunti puri sotto la lingua (2 o 3 gocce) o diluiti in acqua aiutano a reagire alle difficoltà con maggiore chiarezza e presenza. La floriterapia australiana si rivela preziosa con una miscela chiamata EMERGENCY la quale, come dice la parola stessa, dona sostegno in tutte le situazioni di “emergenza”.

 

Tutti questi fiori sono anche straordinari nell’applicazione cutanea, aggiungendo qualche goccia a creme o oli da spalmare sulle zone corporee interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: