DENTI, SPECCHIO DELLA SALUTE

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese i denti sono collegati energeticamente al movimento acqua. L’energia acqua trova nei reni e nella vescica i suoi

organo-viscere cardine. Recitava infatti il Suwen, antichissimo testo di Medicina Cinese: “Se i reni sono forti i denti sono saldi e i capelli crescono bene. Se l’energia dei reni declina, i capelli cadono e si cominciano a perdere i denti.” 

Se scendiamo, però, un po’ più nel dettaglio scopriamo che i denti sono collegati energeticamente a vari meridiani, cioè a quei canali di energia che scorrono lungo il nostro corpo, studiati da millenni dall’agopuntura cinese. Ad ogni dente corrisponde uno specifico meridiano al quale, poi, corrisponde un organo ma anche un’emozione. Il cavo orale è infatti l’unica parte del corpo nella quale passano direttamente o indirettamente tutti i meridiani.

I denti incisivi rivelano, ad esempio, la salute di reni e vescica, mentre i canini di fegato e cistifellea. Nello schema seguente è possibile osservare, nello specifico, le corrispondenze tra ogni dente e il meridiano, sia per l’arcata dentaria superiore che inferiore.

 

                              

 

Da questo si deduce l’importanza di interpretare un problema ad un dente specifico come un segnale inviato dall’organo corrispondente, una sorta di messaggio che il nostro corpo utilizza per aiutarci a prendere coscienza. Lo stesso discorso può valere anche al contrario: una radice dentale otturata può, ad esempio, creare un blocco energetico nel corpo, portando all’interruzione della funzione organica corrispondente.

Una nuova frontiera dell’odontoiatria che considera la bocca in relazione con l’essere umano e il mondo intero è la dentosofia. Sviluppata a partire da due medici francesi di scuola antroposofica, la dentosofia (da dens, dente e sophia, saggezza) identifica nella bocca il riflesso dell’intero stato di salute dell’uomo. La metà destra della bocca viene considerata corrispondente al maschile mentre la sinistra al femminile. Ad ogni dente viene inoltre associato un contenuto archetipico. Secondo questa visione, ad esempio, il canino superiore destro simboleggia la forza e il coraggio mentre quello sinistro è il riflesso archetipico dell’amore e dell’attaccamento alle proprie origini. Carie, sensibilità dentale, ascessi e qualsiasi atro problema, quindi, vengono proprio interpretati come un segnale che coinvolge l’archetipo corrispondente.

 

 

Alla luce di tutto questo si auspica l’avvento di una nuova odontoiatria olistica, che integri le conoscenze millenarie della Medicina Tradizionale Cinese con gli aspetti archetipici della dentosofia, senza dimenticare il contributo dell’osteopatia, che associa gli squilibri posturali alle varie problematiche del cavo orale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Open chat
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: